skip to main | skip to sidebar
0 commenti

“Effective power”, un messaggino manda in tilt iPhone e Apple Watch: come rimediare

L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Un difetto in CoreText di iOS consente a una specifica sequenza di caratteri di mandare in crash un iPhone o un Apple Watch e ovviamente molti ne stanno approfittando per sabotare almeno temporaneamente i dispositivi iOS altrui per burla.



Basta mandare questa sequenza (battezzata “effective power”) via iMessage o come normale SMS a un iPhone o a un Apple Watch e, se la funzione di notifiche per i messaggi è attiva (come lo è di solito), il dispositivo che lo riceve si bloccherà per poi riavviarsi e diventare inutilizzabile, secondo le segnalazioni dei media. Nessun dato viene perso o rubato, ma è pur sempre un fastidio.

Per prevenire il problema bisogna andare nelle Impostazioni, scegliere Notifiche e poi Messaggi e disattivare l'opzione di visualizzazione dei messaggi nella schermata di blocco. I messaggi verranno ricevuti ma non verranno visualizzati automaticamente.

Se il guaio è già successo, ci sono alcuni rimedi possibili. Potete chiedere al burlone di mandarvi un altro messaggio innocuo, per esempio. In alternativa potete mandare un messaggio al mittente o mandare un messaggio al vostro stesso dispositivo (usandone un altro, ovviamente). Normalmente a questo punto l'app Messaggi è bloccata a causa del difetto, per cui bisogna ricorrere a un altro modo per inviare messaggi: per esempio tramite Siri oppure tramite le opzioni di condivisione presenti in molte altre app.

Paradossalmente, in attesa che Apple risolva il difetto, gli iCosi craccati hanno la possibilità di installare una correzione temporanea.
1 commento

Stasera la Luna sarà a Varallo (VC)

Questa sera potrete vedere da vicino il frammento di Luna concesso in prestito dalla NASA a Luigi Pizzimenti e al sottoscritto a Varallo, presso l'oratorio Sottoriva, in via Don Bosco 5. Alle 21 Luigi ed io terremo una conferenza-spettacolo che spiegherà la storia di questa roccia e il viaggio che ha fatto dalla Luna alla Terra e poi da Houston a Varallo.

Fra l'altro, io spero di avere almeno un filo di voce, perché in questo momento sono completamente afono, ma se necessario Luigi provvederà a parlare per me. L'evento è organizzato dall'Associazione “Il Cortile del Dialogo”. Per informazioni scrivete a ilcortiledeldialogo (chiocciola) gmail.com.
14 commenti

Occhio alla pornotruffa che blocca il computer

Malwarebytes segnala un'evoluzione a luci rosse del ransomware: il malware che infetta i computer, li blocca e chiede un pagamento per sbloccarli. I criminali informatici guadagnano cifre enormi con questo trucco e quindi hanno scatenato la propria creatività.

Da anni girano la finta multa delle autorità locali di polizia e le finte schermate blu di blocco del computer, ma adesso è in circolazione una variante che massimizza lo shock e il panico bloccando il browser della vittima e facendo comparire nel browser stesso immagini pornografiche accompagnate da un avviso in inglese che parla di “attività sospette” e intima di chiamare un numero di “assistenza tecnica” (in realtà gestito dai truffatori).

Purtroppo non si può chiudere la finestra del browser per far sparire il messaggio offensivo (il blocco del browser è realizzato tramite un semplice Javascript che crea un loop molto lungo o addirittura infinito che impedisce di chiudere la pagina), e così le vittime finiscono per essere disposte a tutto pur di far sparire dallo schermo le immagini invereconde e chiamano il numero dell'“assistenza tecnica”, dove trovano dei complici dei criminali che li invitano a scaricare e installare un software che consente ai truffatori di avere accesso al controllo remoto del computer. In alternativa, i truffatori convincono le vittime ad acquistare un abbonamento a servizi di protezione informatica che in realtà non fanno nulla.

La versione pornografica ha il vantaggio (dal punto di vista dei criminali) che la presenza di immagini scioccanti o imbarazzanti nel browser mette a disagio le vittime, che quindi diventano riluttanti a chiedere aiuto ad amici o tecnici..
0 commenti

Oggi doppio appuntamento con la Luna: Brescia e Milano


Oggi la Luna, o meglio una roccia lunare portata sulla Terra dalla missione Apollo 17 nel 1972, sarà a Brescia e poi a Milano.

A Brescia sarà presso l'Aula Magna dei Dipartimenti di Ingegneria, in via Branze, dove alle 14:30 Luigi Pizzimenti ed io racconteremo la sua storia, la storia di chi l'ha raccolta sulla Luna e la storia di quanta faccia tosta ci vuole per andare alla NASA a chiedere di farsi prestare un pezzo di Luna per fargli fare l'ultimo tratto del viaggio dalla Luna a voi. L'evento è a ingresso libero. Trovate un articolo informativo sul Giornale di Brescia.

La roccia si trasferirà poi a Milano, dove alle 21 Luigi ed io replicheremo la nostra conferenza-spettacolo presso il Civico Planetario "Ulrico Hoepli", situato in Corso Venezia 57. L'ingresso libero è fino ad esaurimento posti. Per maggiori informazioni potete consultare www.astrofilimilano.org.

Siamo così arrivati a metà delle diciotto date del tour scientifico divulgativo inventato da Luigi, e devo dire che la risposta del pubblico è stata entusiasmante: ci aspettavamo un certo interesse, ma non tanto da riempire teatri (come è successo ieri sera allo Stignani di Imola). E la reazione di tanti, adulti e bambini, di fronte alla roccia da un altro mondo non ha prezzo. Segni molto chiari del fatto che là fuori c'è tanta gente che non si beve le panzane di Giacobbo e Voyager e ha fame di scienza e d'avventure reali. Ringrazio tutti gli organizzatori dei vari eventi, che si sono dimostrati bravissimi nel gestire la sicurezza e nel creare tutto in pochissimo tempo. Ad astra!
4 commenti

Stasera la Luna è a Imola

Oggi il frammento di roccia lunare portato sulla Terra dalla missione Apollo 17 nel lontano 1972 approda a Imola insieme a Luigi Pizzimenti e il sottoscritto per la conferenza-spettacolo Ti porto la Luna.

Potrete ammirare da vicino la roccia basaltica extraterrestre presso il Teatro Comunale “Ebe Stignani”, in via Verdi 1, a partire dalle 20.30. L'evento è organizzato dall'Associazione Astrofili Imolesi.

Rassegna stampa: Aula di Scienze Zanichelli,  Imola Centro Storico.

I prossimi appuntamenti con la Luna sono elencati nel calendario apposito.