skip to main | skip to sidebar
0 commenti

[IxT] Grandi aggiornamenti per tutti (Windows SP2, Mac OS X 10.3.5)

Questa newsletter vi arriva grazie alle gentili donazioni di "antoniazu****", "paolo (da Fiumicino)" e "fllinalon".

È stagione di grandi aggiornamenti per tutti, compresi una volta tanto gli utenti Mac. Quelli Linux possono continuare a godersi le vacanze.

Con un anno di ritardo sulla tabella di marcia annunciata inizialmente, Microsoft ha finalmente iniziato a rendere disponibile il Service Pack 2, che è una vera rivoluzione per gli utenti Windows XP. Se funziona, renderà molto meno insicuro Windows. Tuttavia la prudenza consiglia di attendere un po' prima di installare: lasciate che lo facciano gli altri, così se ci sono problemi, saranno loro a subirne le conseguenze :-)

Viste le dimensioni enormi dell'aggiornamento (a seconda delle situazioni si va da circa 100 a circa 250 megabyte), per non sovraccaricare i propri server, Microsoft ha predisposto un aggiornamento scaglionato. In sostanza, chi vuole scaricare il Service Pack deve soltanto lasciare attiva la funzione Windows Update, che provvederà a scaricare a pezzettini il Service Pack 2 man mano che viene reso disponibile (al momento in cui scrivo, la versione italiana non è ancora pronta). Al resto, se vi fidate, provvederà mamma Microsoft.

Chiaramente scaricare un centinaio di megabyte di aggiornamenti è un bel salasso per chi si collega telefonicamente: per venire incontro a questi utenti, Microsoft sta predisponendo l'opzione di farsi spedire gratuitamente un CD contenente tutto l'SP2. Il CD sarà inoltre incluso nelle principali riviste d'informatica.

La situazione è in continua evoluzione, per cui vi conviene consultare il sito Microsoft per i dettagli.

Una raccomandazione su tutte: NON SCARICATE IL SERVICE PACK 2 DA FONTI DIVERSE DA MICROSOFT. Ne circolano varie versioni in molti siti e sui circuiti peer-to-peer, ma è possibile che siano danneggiate, obsolete o intenzionalmente alterate per fare da veicoli ideale per gli attacchi informatici.

Per gli utenti Mac e invece pronto l'aggiornamento che, fra le altre cose, corregge la falla dell'immagine ammazzabrowser descritta nelle newsletter precedenti e dovuta a un difetto nella libreria libpng usata da molti sistemi operativi. Una volta installato questo aggiornamento, tutti i browser che attingono a quella libreria sono istantaneamente "curati".

Anche quest'aggiornamento è piuttosto massiccio. Si tratta di una quarantina di megabyte (per chi ha già aggiornato Mac OS X alla versione 10.3.4) che richiedono un riavvio. L'aggiornamento Mac migliora varie funzioni del sistema operativo, fra cui Bluetooth, driver per le schede grafiche ATI e Nvidia, i font, le connessioni Firewire e USB, la gestione dei dischi formattati NTFS, la gestione delle immagini GIF nel browser Safari, e altro ancora.

Trovate info sull'aggiornamento di Mac OS X qui (in inglese).
0 commenti

Qualche notiziola su dialer, cellulari e Linux

Dialer anche in GB, cellulari in aereo, Linux preinstallato


La BBC informa:

The regulation of premium rate, 090, phone services is to be reviewed by the communications watchdog Ofcom, in an attempt to cut fraudulent activity.

Of particular concern recently has been the rise in complaints to the premium rate watchdog, Icstis, about rogue internet diallers...


Telefonate in aereo nel 2006, e lo stato attuale dei regolamenti sull'uso dei cellulari e di altri apparecchi a bordo. I piloti a Luton che sentono un interfono per neonati in cuffia (fonte BBC):

Research published last year by the British Civil Aviation Authority (CAA) found mobile phone signals skewed navigation bearing displays by up to five degrees.

The CAA says it has documented a number of incidents of electronic devices interfering with on-board avionics.


HP mette in vendita laptop con Linux (SuSE) preinstallato, ma senza supporto wireless e DVD:
http://linux.slashdot.org/linux/04/08/03/2351243.shtml?tid=163&tid=173&tid=184


SCO non farà altre cause a utenti Linux, dice McBride:
http://yro.slashdot.org/yro/04/08/03/2022207.shtml?tid=88&tid=163&tid=123&tid=130
1 commento

[IxT] Giochi sotto l’ombrellone per smanettoni

Questa newsletter vi arriva grazie alle gentili donazioni di "gian.alxs", "mcnegroni" e "acciup".

Se vi interessa cimentarvi in una sfida enigmistica per appassionati di sicurezza e crittografia, ho una chicca che fa al caso vostro. Si chiama Code Break, ed è un gioco offerto da PC Facile qui.

Non preoccupatevi se la prima pagina è in inglese: in basso nella pagina trovate la bandierina italiana per proseguire in lingua nazionale, e se scegliete l'italiano, i messaggi cifrati sono costituiti da parole italiane.

Non è necessario essere abbonati o registrarsi, salvo che vogliate salvare la situazione e riprendere in un momento successivo. A differenza dell'Hackme Challenge di qualche tempo addietro, proposto dallo stesso sito, stavolta le soluzioni non si possono scambiare o condividere: sono uniche per ciascun giocatore (anche se presumo che le tecniche di risoluzione siano comuni).

Buon divertimento!

P.S. Confermo quanto segnalato da molti lettori: contrariamente a quanto risultava dal mio primo test, Firefox 0.9.3 per Windows è immune alla falla segnalata ieri e disponibile nel test 12 del Browser Challenge. Il mio crash della 0.9.3 era dovuto a un'installazione un po' stravagante. Rifacendo tutto per benino, Firefox 0.9.3 non crasha e si limita a rifiutarsi di visualizzare l'immagine assassina.
0 commenti

[IxT] Browser Challenge, aggiornamenti dei lettori

Questa newsletter vi arriva grazie alle gentili donazioni di "varvello", "roberto" e "ogre".

Il Test 12 del Browser Challenge ha mietuto già parecchie vittime, ma sono emersi alcuni sopravvissuti che meritano una citazione.

Stando alle segnalazioni dei lettori, Mozilla 1.7.2 e Firefox 0.9.3 non crashano, ma sotto Windows 2000. Invece Firefox 0.9.3, sotto XP, crasha, come ho verificato pochi minuti fa.

Per gli utenti Linux, il problema non sta tanto nella versione più o meno aggiornata del browser, quanto nella versione di una libreria (libpng) di Linux usata da molti browser. Aggiornandola (l'aggiornamento è già disponibile), il crash si risolve.

Gli appassionati dei browser alternativi non si disperino: questo è semplicemente un promemoria del fatto che nessuno è perfetto e che non bisogna lasciarsi andare ai fondamentalismi. Internet Explorer sopravvive a questo baco, ma ne ha molti altri irrisolti, ben più fondamentali di quelli dei browser alternativi.

Ho aggiornato la pagina di test con gli ultimi dati forniti dai lettori.
2 commenti

[Ixt] Browser Challenge: l’immagine ammazzabrowser risparmia Internet

Questa newsletter vi arriva grazie alle gentili donazioni di "marina1946", "Lucio Boninu" e "stefano".

Scusate se mi faccio vivo poco ultimamente, ma sono in semi-vacanza e sono molto preso dallo studio del nuovo arrivo della famiglia del Maniero Digitale: l'iBook.

Confesso che è stato amore a prima vista, e che le attese sono state largamente soddisfatte. Non mi capitava da anni di divertirmi così tanto a studiare un computer nuovo. È un oggetto bello e al tempo stesso funzionale. E poi è UNIX, finalmente! È una gioia lavorare con un computer che non ha mai bisogno di essere spento o riavviato.

Ringrazio tutti per i preziosissimi consigli di migrazione. Li sto distillando in una miniguida che pubblicherò appena sono sicuro di non scrivere stupidaggini. I primi risultati li avete sotto gli occhi: questa è la prima newsletter scritta sotto Mac OS X.

Ma in realtà vi scrivo per raccontarvi un'altra cosa. È stata scoperta da poco una falla piuttosto imbarazzante, che consente di mandare in crash un browser semplicemente cliccando su un link che porta a un'immagine apparentemente innocua. La particolarità è che stavolta, a quanto risulta dalle mie prove, l'imbarazzo non è in casa Microsoft.

Internet Explorer aggiornato, infatti, regge benissimo; sono i browser alternativi, come Opera, Mozilla, Firefox e Safari, a cadere come pere.

La falla è così semplice e così insolita che mi sembra degna di una nuova pagina del Browser Challenge. Divertitevi e raccontatemi com'è andata con i vostri browser preferiti.

Il test dell'immagine assassina è qui.
0 commenti

Immagini del futuro... del passato

Cioè il futuro tecnologico come lo vedevano i nostri nonni.

Una bellissima raccolta di poster, foto e disegni di veicoli (treni, auto, aerei, navi, monorotaie) così come li immaginavano fra gli anni Trenta e Cinquanta. Alcuni arrivarono a essere prototipi funzionanti; furono bloccati da considerazioni politiche o economiche.

Penso soltanto all'automobile che si guida da sola in autostrada, datata 1960....

Da vedere anche soltanto per la grafica dell'epoca:
http://www.lib.berkeley.edu/news_events/exhibits/futuristics/auto/