skip to main | skip to sidebar
216 commenti (ultimi)

La "poltiglia rosa" dei fast food non è pollo: è bufala

L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Per il mio debutto su Wired.it mi sono occupato del caso di questa fotografia, che un po' ovunque in Rete viene presentata dicendo che si tratta di una pappetta usata per produrre i bocconcini di pollo dei fast food partendo da polli interi, comprese ossa, occhi e interiora.

Se vi interessano i dettagli, li trovate nell'articolo; se volete cimentarvi in una caccia alla bufala online, cercate di scoprire cosa mostra in realtà questa fotografia. Buon divertimento.

Aggiornamento 1: questa foto di “pollo separato meccanicamente” mostra una scatola analoga a quella presentata qui sopra e una pasta rosa abbastanza simile. La didascalia dice che la scatola è cerata internamente.


Aggiornamento 2 (2010/10/12): questa immagine, tratta da questa pagina cinese, corrisponde esattamente a quella che gira in Rete (grazie a il dissidente per la segnalazione nei commenti). La traduzione automatica parla di "fanghiglia di pollo", ma mi fido poco. Qualcuno sa il cinese e può fare di meglio?


Aggiornamento 3 (2012/01/26): UrbanLegends ha pubblicato un articolo con altre informazioni sulla vicenda.


Aggiornamento 4 (2012/02/07): Secondo Time, McDonald's negli USA ha dichiarato di aver cessato l'uso della carne di manzo trattata con ammoniaca (una variante di questa poltiglia) in questo modo all'inizio del 2011. Tuttavia il Dipartimento dell'Agricoltura statunitense intende acquistarne circa 3500 tonnellate per le mense scolastiche perché il prodotto è “generalmente ritenuto sicuro”. Questo la dice lunga sugli standard alimentari ritenuti accettabili negli Stati Uniti.


Aggiornamento 5 (2014/06/07): L'articolo che avevo scritto per Wired non è più online, ma c'è la sua copia su Archive.org. Ho aggiornato di conseguenza il link del mio debutto sulla rivista.


Aggiornamento 6 (2014/10/08): Ripubblico qui sotto l'articolo, prima che sparisca anche la copia su Archive.org.

"Questa è la roba con cui sono fatti i bocconcini di pollo", proclama una miriade di siti Web italiani nel presentare una fotografia di una inquietante pasta rosa che sgorga da un tubo industriale, estrusa come un granuloso dentifricio per giganti. Il passaparola si scatena su Facebook e nei forum: "Una separatrice automatica di pollo trasforma i pennuti in questa pappa che sembra più un pasto di Matrix che del pollo [...] quella pappa verrà scansionata alla ricerca di batteri pericolosi per la nostra salute, lavato con l'ammoniaca (avete capito bene), imbevuta in essa, in realtà. Poi, tanto per dargli il sapore che piace a voi, sarà  insaporito artificialmente con appositi aromi. Alla fine, visto che stranamente è di colore rosa, sarà  tinto con colori artificiali per avere il colore che più vi piace".

La probabile fonte originale dell'allarme è un post in inglese su Tumblr che parla di "carne separata meccanicamente" e che è stato recentemente ripreso e amplificato da Gizmodo eHuffington Post, dicendo cose anche peggiori: la poltiglia rosa sarebbe ottenuta tritando un pollo intero, comprese ossa, occhi e interiora.

Le numerose varianti della segnalazione, propagate anche via mail, tirano in ballo le principali catene di fast food, ma McDonald's Italia ha dichiarato a Giornalettismo.com che i suoi McNuggets sono "fatti da 100% petto di pollo": quindi niente ossa, occhi o interiora, ma al massimo il 5% di pelle, "esattamente come il pollo che si acquista in rosticceria".

Si potrebbe obiettare che McDonald's è parte interessata, ma sulla vicenda è sceso in campo anche l'autorevole sito antibufala Snopes.com, che conferma che nella produzione della carne separata meccanicamente (un prodotto reale, ottenuto asportando con sistemi ad alta pressione i residui di carne che restano attaccati alle ossa dopo la prima pulitura) non si introducono carcasse intere e aggiunge che non si usa alcun lavaggio con ammoniaca. Il procedimento è descritto presso il Food Safety and Inspection Service del Dipartimento dell'Agricoltura statunitense, notando che si usa dagli anni Sessanta e che va indicata come tale sull'etichetta del prodotto. Va detto, però, che negli Stati Uniti l'ammoniaca viene iniettata nella carne di manzo separata meccanicamente, non in quella di pollo, per evitare contaminazioni e proliferazioni batteriche nocive per i consumatori: non viene usata per "lavare" la carne o per imbeverla, come dice invece l'appello.

In altre parole, l'allarme che circola in Rete è del tutto ingiustificato, e più che rivelare segreti sulla produzione degli alimenti mette in evidenza i pregiudizi e le paure inconsce di chi la propaga. La bufala ha successo perché fa leva sui luoghi comuni: le multinazionali sistematicamente senza scrupoli, i complotti per avvelenarci, la diffidenza verso i cibi ritenuti innaturali, le paure legate alla salute e all'alimentazione.

La foto, invece, è ancora un mistero. Circolava in Rete ben prima del recente post su Tumblr che ha scatenato l'allarme: secondo Tineye.com è in giro almeno da gennaio 2009, quando la pubblicò il blog Xxxicana. E c'è qualcosa di sospetto: la pasta rosa viene versata dentro una scatola di cartone o simile, cosa che non ha molto senso in una produzione alimentare, che richiede contenitori non porosi, e i guanti indossati dagli operatori sono un po' troppo spessi come protezione contro del materiale alimentare. Inoltre è improbabile che la pasta sia materiale denso come la carne ricostituita: se lo fosse, la scatola di cartone non ne reggerebbe il peso, e difficilmente la colata assumerebbe quella forma ricurva nell'uscire dall'ugello. Sembra più che altro una schiuma, forse del tipo usato per proteggere prodotti da imballare o per realizzare blocchi espansi per modellazione. L'importante è che non sia Soylent verde.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi.
Siate civili e verrete pubblicati, qualunque sia la vostra opinione: gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo sito. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti.
Commenti
Commenti (216)
Senza cercare, sparo a caso milkshake o "gelato" industriale alla fragola.
a me sembra la stessa roba che viene usata per fare i marshmallow
Anche a me sembrano marshmallow.
Credo non sia nulla di commestibile, data la poca pulizia del locale.
Non so cosa sia, però potrebbe essere "silly putty", quella sorta di gomma giocosa.
Ovviamente non ci avrò preso, adesso vado a leggere l'articolo
E' il prodotto dell'AMR (Advanced Meat Recovery). Della serie "non si butta via niente", nei mattatoi le ossa di polli/conigli (non manzo) vengono (letteralmente) spolpate fino all'osso con dei macchinari che tirano fuori quella roba che è usata per fare un po di tutto.
Dubito seriamente che quella roba sia commestibile. Sta in scatole di cartone con aspetto tutt'altro che "alimentare". Potrebbe essere polistirolo.
E' il prodotto dell'AMR (Advanced Meat Recovery

Hai una fonte affidabile che confermi che quella foto ritrae quello che dici?
http://www.fooducate.com/blog/2009/08/03/guess-whats-in-the-picture-foodlike-substance/ Purtroppo di persona non l'ho mai visto, ma non mi meraviglia una cosa del genere, visto che in giro si trovano le "mortadelle" con gli occhi e la bocca che sorride, da qualche parte la carne la devono pur prendere.
Oltretutto basta andare in un supermercato e controllare nelle varie scatole di cotolette di pollo già pronte, in alcune c'è scritto che son fatte con "Carne di pollo separata meccanicamente" :)
Forse è bubble-gum: http://www.youtube.com/watch?v=Z69N3zwJUIE&feature=related.
Comunque i McNuggets IMHO hanno qualcosa di sinistro e infatti ricordavo di aver visto su dissapore lo stesso video di Jamie Oliver che viene riportato anche su snopes
http://www.snopes.com/food/prepare/msm.asp: ça va sans dire.
Inoltre, sempre da how it's made, un video di come fanno i salsicciotti da hot dog http://www.google.it/url?sa=t&source=web&cd=1&ved=0CBkQFjAA&url=http%3A%2F%2Fwww.youtube.com%2Fwatch%3Fv%3DUhwXPsTaRgc&rct=j&q=how%20it%27s%20made%20hot%20dogs&ei=dV2zTLOyCI6cOvSIxRM&usg=AFQjCNF5kr8ZeR611tOvoy400E7e1o6cJw&cad=rja e mi pare di vedere che fra la carne(morta) che viene introdotta nel tritatutto all'inizio ci siano anche pelle e ossa.
Ho visto "oversize me"
I bocconcini di pollo pare che li facciano con della carne separata meccanicamente, se non ricordo male.
I wurstel che si trovano al supermercato sono fatti alla stessa maniera.
Di solito la carne separata meccanicamente è composta da scarti, piccoli lembi attaccati alle ossa che vengono appunto separati, a volte restano dei pezzi di cartilagine, ma occhi e interiora proprio non ci stanno a fare nulla
in effetti sono combattuto tra "gelato" industriale alla fragola e chewing gum prodotto industrialmente al gusto fragola !
se interessa, QUESTO è una macchina per ciò che dice blackbird, ovvero l'AMR

http://img.youtube.com/vi/RuIkr0df4-0/0.jpg

direi che ciò che ne esce non è esattamente come quel marshmellow (?) della foto bufala....
L'aspetto è orripillante per non dire vomitevole. Purtroppo penso che sia qualcosa di commestibile visto che comunque usano una paletta per alimenti e dei guanti (ma una scatola di cartone?).
Voglio sperare di non averla mai mangiata in vita mia quella poltiglia !!!
BlaCkBirD,

Fooducate non è la fonte originale della foto e non è una fonte autorevole. Se leggi l'articolo su Wired vedrai che era già in Rete altrove.
potrebbero essere scarti di inizio o fine produzione e non necessariamente è obbligatorio metterli in un contenitore per alimenti
Beh, la didascalia dice chiaramente di cosa si tratta; di "roba" alimentare...che schifo !!!
Dov'è la buona, vecchia sana polenta ???

-----------------------------
This paste goes on to become the main ingredient in many a hot dog, bologna, chicken nuggets, pepperoni, salami, jerky etc…

The industry calls this method AMR – Advanced Meat Recovery.
A me pare cervella di complottisti
Per jedi_master_qui_gonn

e mi pare di vedere che fra la carne(morta) che viene introdotta nel tritatutto all'inizio ci siano anche pelle e ossa.

Sembra di capire che secondo te sarebbe più sano introdurre un animale vivo nel tritatutto. E come la metti con la LAV?

P.S.: Per una maggiore leggibilità, la prossima volta inserisci solo link con TinyURL o SnipURL. Ti costa un attimo.
Mi pare che Snopes ne abbia parlato recentemente:

http://www.snopes.com/food/prepare/msm.asp

E*
Mi rifiuto di credere che quella roba lì, messa in uno scatolone di cartone, sia commestibile.
A me ha fatto pensare a delle foto che avevo visto in giro, dove venivano mostrati metodi di isolamento termico basati sull'iniezione di "schiume" all'interno delle intercapedini dei muri.
Forse però questa pasta sarebbe un po' troppo densa per lo scopo..
@vic

il problema è il colore: perché è rosa? Nell'industria alimentare ci sono sostanze rosa, anche se poi vengono usati lo stesso i coloranti, per dare un colore più vivace. Tuttavia non riesco a spiegarmi il motivo per cui non ad uso alimentare e soprattutto in qualità di schiume isolanti e affini ci sia bisogno di farle rosa!

È per la casa di Paris Hilton? O_O
Per me è quella specie di yogurt che si può comprare anche da McDonald's.
@ Drakkar

Effettivamente è vero. Però se fosse qualcosa di alimentare dovrebbe essere per forza uno scarto di produzione , come ha detto Martino (per via del cartone). Il fatto è che io lo scarto lo butterei via alla buona, non mi metterei a ordinarlo meticolosamente, dividendolo in contenitori di scarsa capienza. Quello mi sembra abbia tutta l'aria del prodotto finale della lavorazione (qualsiasi lavorazione sia). Ma magari sbaglio di grosso.. :)
Lancio anch'io la mia ipotesi (originale, lo ammetto): si tratta di Slime, in italiano Slaim: una sostanza viscosa e molto simile al catarro commercializzata dalla Mattel nel 1976, e un anno dopo uscita anche nella versione Slaim vermi. Qui una pagina esaustiva con tre foto da parte di un venditore.

http://tinyurl.com/32yb9xf

Qui invece un .pdf che approfondisce la composizione chimica:

http://tinyurl.com/39z9xgz .
Mi ricorda, specie per il colore, i bomboni che prendevo all'oratorio
@acca

Lo slime però sembra meno denso
io ho lavorato (facevo l'operaio, non il dirigente), molti anni fa, in un'industria che produceva olio (di semi) e lecitina di soia. probabilmente, se aveste visto come si lavorava lì, non mangereste più né l'olio di semi, né quello di soia, né le creme di nocciola spalmabili (piene di lecitina, che è dolcissima). la lecitina, prima di essere raffinata, è di colore marrone intenso e puzza inconfondibilmente di.
sì, proprio di.
ma io ho sempre usato, allora come ora, l'olio di semi e dette creme spalmabili, sono buonissimi entrambi gli alimenti.
anche se ho visto come li fanno: fa impressione, ma quel che arrivava in tavola era sicuro.
giuro.
almeno per l'industria in cui lavoravo.
quel marchio oggi non esiste più, ma molti altri 'brand' ancora oggi in commercio, mandavano le autobotti a 'fare il pieno' e mettevano in commercio quell'olio: solo con un altro nome. idem per la lecitina, noi non producevamo le creme, ma solo il derivato della soia.
oggi mangio, ad esempio, il gorgonzola fatto con il latte di soia: è buonissimo e non ha colesterolo! e per l'olio…
be', a dire il vero l'olio che uso in genere è l'extravergine di oliva, ma per altri motivi…
quindi, penso che quella crema rosa 'spremuta' in quella scatola di cartone non sia per uso alimentare, neanche animale.
e concordo che se dobbiamo mettere della carne in un tritatutto, sarebbe meglio che non si trattasse di carne viva!
buon appetito.
maurizio.
Non che sia esperto ma da quello che si vede in Food Revolution di James Oliver, mi pare che la carne di pollo di scarto che si può usare per fare polpettine ha in comune con quella roba spumosa solo il colore:

http://www.youtube.com/watch?v=RHZtxsThyD4
sapete mi è venuto in mente la pasta lavamani... quella usata per es. nelle officine.. una volta ne ho vista una rosa.. mumble mumble
Ho abitato in Olanda presso un amico italiano che lavorava alla sede centrale europea di M.D... - settore- Petti di Pollo.
Ebbene, nè io nè lui ci siamo mai più azzardati ad avvicinarsi ad un petto di pollo di qualsiasi ditta sia !!! Anche il solo guardarlo ci faceva uno strano effetto intestinale...
.
Mi sono confutato da solo l'ipotesi "schiuma isolante". A quanto pare quelle robe vengono conservate sotto pressione e poi fatte espandere successivamente in loco, al momento dell'utilizzo. Il mistero si infittisce.. ;)
è semplicissimo. Si tratta degli escrementi del tenerone.
Mi ricorda, specie per il colore, i bomboni che prendevo all'oratorio

Che, ho imparato adesso, si chiamano marshmallow...

Però, Paolo, la tua foto su Wired è un po' strana. Con quell'ovale mi ricorda un tipo di grafica che viene usato per

un'altra classe di immagini
Sembra quasi il dentifricio dell'elefante...
Vedasi: http://tiny.cc/afgq1
@martino

Solo un po'? Passi per la camicia disegnata, ma sono disegnati pure i capelli! O_O
Per theDRaKKaR

Lo slime però sembra meno denso

Normalmente lo è, ma gli si può imprimere la densità voluta con piccole variazioni della composizione. In effetti non so a cosa possa servire una quantità industriale di slaim denso, rosa per giunta, in una scatola di cartone. Ma in ogni produzione esistono scarti di lavorazione a causa di errori.
A parer mio si tratta di veleno per topi... Tempo fa in tv fecero vedere un servizio in cui un esperto di derattizzazione creava veleni dai colori e gusti più vari per attirare il maggior numero di topi e quella specie di schiumone nella foto mi ricorda proprio quelle immagini.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
I guanti usati nelle industrie chimiche non sono mai come quelli della sagoma che ha in mano la "paletta", sono in lattice o in nitrile e sono di conseguenza più fini. Non penso che per l'industria alimentare usino guanti più grossi che nei laboratori in cui vengono controllati processi di sintesi farmaceutica.
Idem per il camicie, non viene utilizzato un camicie in "stoffa", come in uso nei laboratori, piuttosto si tratta di un materiale plastico, o così sembrerebbe dai riflessi.
Il composto roseo, mi sembra poco denso, al contrario di quanto affermato da qualcuno, sembrerebbe essere o una gelatina leggera (bassa densità) o una schiuma.
Come già detto escluderei che si tratti di una ditta di alimentari, secchio e tubi in vista oltre alla scatola in cartone (quindi spugnosa, dunque dubito si tratti di una gelatina, tenderebbe ad assorbire, dunque punto per la schiuma viscosa e mediamente densa), confermano quest'ipotesi.

Se non sbaglio i due camici sono di colori differenti e quindi non è da escludere la funzionalità diversa dei due camici, ma qui cado in ipotesi poco utili e non confermabili.
Una precisazione: io ho solo detto che è più denso dello slime mostrato nelle foto che ho allegato.
@VicVega: sembra anche a me Poliuretano espanso, che non lo si tocca con le mani perchè ha una capacità di rimanere attaccato altissima.
Rosa? Ci sono alcune aziende che, per farsi pubblicità particolare usano colori diversi dal colore naturale, che dovrebbe essere qualcosa di simile al colore della paglia.
Peronalmente ne ho viste di gialla, rossa, viola, nera ..
Quello è poliuretano? Sinceramente sembra, ma non ne sono certo ...
Cerca "pink foam" su Google Immagini

See ya, mate. :-)
Una precisazione: io ho solo detto che è più denso dello slime mostrato nelle foto che ho allegato.

Pardon, ho letto velocemente i precedenti commenti, ho preso un abbaglio.
Questa volta non penso si tratti di una bufala; ho trovato il sito di un'azienda australiana che produce un prodotto molto simile a quello della foto:

Mechanically Separated Chicken
OK trovato... schiuma per usi industriali
Fiuuuuuu.... per un attimo ho pensato di averla mangiata quel Blob....
.
.
Quella foto era stata postata qualche giorno fa' e siccome mi ero incuriosito ho provato cercare informazioni, ma tutto quello che sono riuscito a trovare è stato che la fonte più vecchia che ho trovato era Wikipedia En: inserita il 18/09/2008 e eliminata il 17/01/2009 in quanto priva di riferimenti.
Come faccio a dire che proviene da lì? Perché è stata caricata su flickr il giorno 16/01/2009 referenziandola come proveniente da Wiki Link , ed esaminando la storia della pagina di wiki e' l'unica possibilità
Link Wiki

Fra l'altro questo procedimento è vietato per le carni bovine a causa del morbo della mucca pazza, permesso con carne di maiale me deve essere chiaramente indicato sull' etichetta (negli hot dog è consentito al massimo il 30% di questa carne), per la carne di pollo e non esistono restrizioni tranne l'etichetta.
Link
Ciao
VB
Comunque la carne disossata meccanicamente rimane una bella schifezza

http://gizmodo.com/5659271/behind-the-chicken-goop-the-truth-and-science-of-chicken-nuggets
@theDRaKKaR
A me pare cervella di complottisti

Non credo. Si dovrebbe altrimenti vedere il fondo della scatola.
Mi sa che ha ragione MotoGio (#45). La foto e` praticamente uguale, anche la scatola.
Ma non potrebbe essere semplicemente carne meccanicamente separata e lavorata da usare come mangime per animali?
@WeWee

Credo che si tratti di ingredienti base per la preparazione di alimenti per animali (almeno spero).

Ps. dai un occhiata al link che ho postato al commento 45.
Paolo nella foto su Wired.it mi sembri il prossimo "doctor Who" :)
ahia.... ma quindi non sarebbe una bufala? a giudicare dalla foto postata da motogio direi che è davvero quello che si dice essere... o no?
Hi hi, effettivamente quella pasta assomiglia molto a quella delle salsicce, che hanno mostrato mi sembra a falo ( http://tinyurl.com/23lsx7c ...ai tempi della crisi dei cervelats :))

In ogni caso è molto difficile che sia una pasta alimentare, visto il sito di lavorazione, ma non è da escludere che siano proteine di origine animali.

In fondo, non capisco tanto clamore. Se i consumatori facessero caso di più caso cosa succede al pollo (da pulcino alla mannaia) probabilmente saremmo disposti a pagare un kg di carne quanto veramente vale e non saremmo certamente qua a discutere su schifezze del genere...

http://tinyurl.com/29g72od (scusate, le immagini non sono ancora cotte del tutto)
Interessa?

http://www.youtube.com/watch?v=NlpDJF6x-Vo&feature=related
A me alla fin fine quella pasta sembra quella contenuta nelle scatole di Spam :D

Cercando di risalire alle origine dell'immagine ho trovato un post, su un blog, datato 2 gennaio 2009, quindi due giorni precedente a quello di Xxxicana, sempre che le date siano reali...
questa pasta invece sembra diversa
Accademia dei pedanti ♂

Sembra di capire che secondo te sarebbe più sano introdurre un animale vivo nel tritatutto. E come la metti con la LAV?

Nel topic dedicato ai polli cinesi qualcuno aveva postato un filmato dove delle galline (vive) finivano nel tritatutto.

Non metto il link, se qualcuno vuole cercarlo lo trova da qualche parte qui:

Polli cinesi, rischio di rimetterci le penne (UPD 20100127)

Ps. noto solo adesso che avevi trovato un errore (l'ennesimo) in un mio commento; spero che hai trovato anche qualche miglioramento nei miei scritti dal tuo arrivo (Commento #29 – 12/12/09 20:04 ).

;)
Come detto più su è molto probabile che la prima immagine risalga al 18/09/2008.

Qualcuno con un Inglese migliore del mio non potrebbe scrivere direttamente all'azienda del link indicato da Motogio per chiedere se è qualcosa di simile?
Indirizzo mail qui:
http://www.inghams.com.au/ingredients/contact_us.aspx?docId=466

Ciao
VB
http://snipurl.com/1atus9

sito commerciale cinese, sembra che vendano questo prodotto, google similar image è fenomenale :)
chi sa tradurlo :D
http://snipurl.com/1atv6q

dimenticavo di google translate, sembrerebbe che è pollo...
Quanto siete fighette.
Prendete del cibo bello e preparato naturalmente. Mettetelo in bocca, masticate e poi rimettetelo nel piatto.

"Bleah, che schifo"... eppure è la stessa roba, con solo un po' di saliva in più. Tutto qua.

Se il problema è solo come si presenta, mettiamoci un bel chissenefrega.
L'importante è in contenuto.

E anche su quello ci sono forti schemi mentali.
Ho avuto un coniquilino nigeriano che quando mangiava il pollo si sgranocchiava anche le cartilagini e le ossicine.
Mica è morto.
@Accademia dei pedanti
Carnemorta voleva essere un giochino di parole (tanto che l'ho scritto attaccato).
Chiedo venia per i link, non ci ho pensato che avrebbero potuto appesantire il messaggio. Prossima volta provvederò.
ho cercato i caratteri cinesi nel titolo del link "雞肉泥" con google immagini, vengono fuori anche omogeneizzati dal cinese all'inglese sarebbe chicken mud... parola agli esperti! :D
Ci ho pensato tutta la notte... Sapete a cosa somiglia? All'impasto che si usa per fare la mortadella! Lo vidi una volta in un programma di cucina e rimasi sconvolta. E quell'impasto è simile a quello usato per molta carne processata (quegli insaccati di origine tedesca che si vedono nei negozi ben forniti).
Ho fatto vedere la foto a mia figlia, grande mangiatrice di "chicken nuggets", e lei mi ha risposto: "Embè? E quando mangio i pesciolini fritti, gli tolgo gli occhi, le budella e le lische?"
Detto ciò, noto una cosa nella foto: sulla destra si intravede una scatola piena della stessa poltiglia, mentre quella in primo piano viene versata in un coperchio... come mai?
La traduzione di Google non è così distante dall'originale; a grandi linee l'annuncio dice proprio quello. La "fanghiglia" di pollo è "purè" o "purea" di pollo utilizzata per polpette e salsicce.
Non ho con me il dizionario in caratteri tradizionali e non posso fornire una traduzione precisa al 100%, le parole che non capisco comunque sono riferite semplicemente all'invito agli "user vecchi e nuovi" a... "dirigere/valutare" il loro lavoro (?).

Se può essere di qualche aiuto, l'annuncio è scritto in caratteri tradizionali, che si usano solo a Taiwan e nella zona di Hong Kong e Macao, l'azienda a cui si fa riferimento è però dello Shandong.
a me sembrava la Tubby Pappa...
Se può servire, ecco il nome completo dell'azienda: Haifeng Co. Ltd - Linyi (città) - Shandong (provincia)
鸡肉泥(in caratteri cinesi non semplificati 雞肉泥) significa "pasta / purè di pollo".
Ho dato un'occhiata al sito cinese segnalato da il dissidente (http://snipurl.com/1atus9), la pasta di pollo si trova in effetti all'interno della categoria Prodotti agricoli, sottocategoria Carne e derivati. La presentazione aziendale dice "Siamo produttori specializzati in macinato di pollo e pasta di pollo. I nostri prodotti sono principalmente utilizzati per fare polpette, ham sausage (mi risulta che in italiano si chiami "prosciuttella" e guardando le immagini su google non mi viene voglia di assaggiarla), ecc.". Il resto del testo sono frasi di rito rivolte ai potenziali clienti, che non hanno niente a che fare con il prodotto.
Per motogio

Nel topic dedicato ai polli cinesi qualcuno aveva postato un filmato dove delle galline (vive) finivano nel tritatutto.

Non metto il link, se qualcuno vuole cercarlo lo trova da qualche parte qui:


Mah, c'è una tale guerra commerciale fra Cina e resto del mondo, che di filmati del genere ne spuntano due al giorno. I pregiudizi occidentali fanno il resto. Difficile, insomma, controllare l'autenticità.

Ma fossero anche autentici, dimostrerebbero qualcosa? Nel 1986 un produttore aveva messo il metanolo nel vino destinato all'alimentazione umana; significa che è legale in Italia usare il metanolo come additivo per i prodotti contenenti alcole?

Ps. noto solo adesso che avevi trovato un errore (l'ennesimo) in un mio commento; spero che hai trovato anche qualche miglioramento nei miei scritti dal tuo arrivo

Non traccio un diagramma degli errori di ogni singolo commentatore. Li segnalo, ma senza pensare al nome del commentatore e a eventuali precedenti, se ha rifatto un errore già corretto o se ne ha fatti di nuovi. Forse altri commentatori sono più diligenti di me, e possono rispondere...
Google Immagini
"chicken salami"
Ciao, all'inizio ho pensato subito al gelato...ma mi sembra troppo compatto...allora mi è venuta in mente un'altra cosa dello stesso colore: quella "roba" (non so come definirla meglio, nè come si chiami veramente) che i dentisti usano per prenderti le impronte dentarie. Il mio dentista ce l'aveva proprio di questo colore, e dalla consistenza nella foto penserei sia quella.
Bell'articolo! Un solo appunto: "imbeverla" mi suona male, io avrei utilizzato "imbibirla", da imbibire. Ciao
Per mattia

Quanto siete fighette.
Prendete del cibo bello e preparato naturalmente. Mettetelo in bocca, masticate e poi rimettetelo nel piatto.

"Bleah, che schifo"... eppure è la stessa roba, con solo un po' di saliva in più. Tutto qua.

Se il problema è solo come si presenta, mettiamoci un bel chissenefrega.


Mi associo senza riserve.
Quasi tutti i prodotti industriali durante il processo di lavorazione assumono forme o odori ributtanti per il consumatore medio. Ovviamente non vengono diffuse foto, e i lavoratori addetti al processo sono invitati a mantenere un certo riserbo sui dettagli.
Io non bevo birra né alcolici, ma so di un bevitore entusiasta che ha fatto visita agli stabilimenti locali di una marca danese, e mi ha riferito, col ribrezzo ancora disegnato sul volto, quasi fosse uscito dal birrificio 5 minuti prima, che non avrebbe più bevuto birra di quella marca. Se ben ricordo in quel caso era più l'odore del semilavorato ad essere ributtante, non tanto l'aspetto.

L'importante è in contenuto.

Il contenuto.

E anche su quello ci sono forti schemi mentali.
Ho avuto un coniquilino nigeriano che quando mangiava il pollo si sgranocchiava anche le cartilagini e le ossicine.
Mica è morto.


Qui in Danimarca sono abbastanza popolari i sacchettini di flæskesvær, cotica di maiale essiccata; si mangiano come se fossero patatine. Ad alcuni italiani fa accapponare la pelle, ma i nostri nonni del maiale mangiavano anche la cotica, non la buttavano mica.
date un'occhiata quì, ci sono delle immagini e pure un filmato. http://goo.gl/Gdv9
spero di essere d'aiuto.

ho inviato una e-mail a questo sito

http://tinyurl.com/32y4pkz

da voi segnalato, chiedendo appunto se fosse roba loro.

John Seletto, National Ingredient Manager di quell'azienda, mi ha risposto di sì, purtroppo per noi, ovvero che è Mechanically Separated Chicken (MSC, che non son le crociere...).

Paolo, se vuoi, ti inoltro la mia mail e la sua risposta.

ciao
Nome della società produttrice
Shandong linyi mare alimentare co., Ltd.
traduzione letterale dal cinese
fango di pollo
Areis,

Paolo, se vuoi, ti inoltro la mia mail e la sua risposta.

Sì, grazie!
Anche se 'sta roba non è davvero nei nuggets, sappiate che i bocconcini sono trattati con varie sostanze chimiche (per esaltare la doratura ecc.) di cui una, oltre un certo livello imposto dalla FDA, letale. Apparentemente sono il McProdotto più semplice, e invece...
Fonte: Michael Pollan, "Il dilemma dell'onnivoro".
@ Paolo

inoltrate or ora.

ciao
Ecco una foto: http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Impresion_de_alginato.jpg...a me sembra la stessa!!!
Se può servire, vi allego la definizione di "carni separate meccanicamente" secondo il regolamento CE 853-2004, regolamento su cui si basa tutta la normativa sull'igiene alimentare europea (in particolare nella 853 si parla di prodotti a base di carne)

"carni separate meccanicamente" o "CSM": prodotto ottenuto mediante rimozione della carne
da ossa carnose dopo il disosso o da carcasse di pollame, utilizzando mezzi meccanici che
conducono alla perdita o modificazione della struttura muscolo-fibrosa

le aziende che effettuano questo tipo di lavorazione devono sottostare agli stessi regolamenti igienico-sanitari delle aziende che lavorano carni fresche. Almeno in Europa...

Comunque vi assicuro che per esportare in Cina prodotti alimentari ci si deve fare un mazzo così per i controlli che pretendono... Sembra un paradosso ma è così...

Francesca
@ Raffaella

di cui una, oltre un certo livello imposto dalla FDA, letale.

tutto, ma proprio TUTTO, oltre un certo limite è letale. dall'acqua al sale da cucina agli ingredienti, ovviamente, industriali.

dov'è la cosa sconcertante?
In Piemonte esiste una ricetta che si chiama 'finanziera' ed è fatta di avanzi di pollo e di bovino (la migliore che ho mangiato aveva delle piume che uscivano dalla salsa...).
Anni fa avevo una prozia che del pollo mangiava anche le zampe (oltre alle cosce)...
Quindi l'utilizzo degli scarti per uso alimentare non è una novità. Certo, vedere quella roba rosa e scoprire che ti viene venduta come un bocconcino non è il massimo, almeno nella finanziera sai quello che c'è dentro, se ti schifa non la mangi...
Se confermato quanto scritto da Areis, non si tratterebbe di una bufala ma della triste verità...

Bufala o non bufala, sarebbe ora di cominciare a prendere coscienza di cosa effettivamente mangiamo quando compriamo prodotti preconfezionati al supermercato

Fabrizio
Premetto che dall'aspetto sembra qualcosa di schiumoso e leggero.
C'è poi un fatto: perché dovrebbero ammonticchiare la poltiglia in una scatola dosata (si vede che è sopra una bilancia)?
Probabilmente quella roba viene pre-dosata fintanto che è facile da modellare, per essere magari lavorata dopo una qualche trasformazione (essiccatura, raffreddamento...).
Per questo io propendo più che altro per una schiuma industriale per imballaggi o qualcosa di simile. Se non sbaglio anche alcuni esplosivi ad uso civile hanno quell'aspetto...
Probabilmente prenderò un abbaglio, ma a me ha ricordato immediatamente l'argilla polimerica che si usa per il modellismo e la scultura.

Il colore e la consistenza soprattutto, sembrano quelli tipici dello sculpey (uno dei più diffusi) che per l'appunto, quando viene ammorbidito per estrusione o laminazione assomiglia a un ammasso di gomma da masticare.
la foto è piccola, ma il colore è abbastanza riconoscibile
@adp. beh la cotica del maiale si mangia ancora adesso, mica è 'na cosa da nonni... vedi il cotechino che è fatto, appunto, anche con la cotica. io lo mangio e mi piace pure :)
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Prendere coscienza di quello che mangiamo? Ma perché, cosa ci sarebbe di così sconvolgente?
Carne di pollo staccata dall'osso e cartilagini. Embè?
Per laboratorionapoletano

Se confermato quanto scritto da Areis, non si tratterebbe di una bufala ma della triste verità...

No, la bufala è nel testo che accompagna in genere la fotografia, è spiegato nell'articolo di Wired citato nell'articolo: inventa procedimenti di produzione della carne che non rispondono al vero.

Bufala o non bufala, sarebbe ora di cominciare a prendere coscienza di cosa effettivamente mangiamo quando compriamo prodotti preconfezionati al supermercato

E senza le bufale spedite tramite e-mail non ci si arriva da soli? Sconfortante!
Se qualcuno sa il cinese magari può scrivere a questa mail e chiedere delucidazioni:

8haiyang@sina.com

Comunque ho trovato un'altra pagina in cinese, che tradotta automaticamente sembrerebbe escludere la bufala, perchè, citando la traduzione, contiene "molto midollo" eccetera, ottenuto dalle ossa del pollo.

Questa è la pagina tradotta:

http://tinyurl.com/2dggsq4
Sono offtopic ma dato che collabori con wired, segnala che mettere il power balance come wired (e quindi dargli un giudizio stile cool) mi sembra una "ca...ta pazzesca".
Alla luce, oltretutto, sia della tua indagine, che quella de Le Jene etc etc.
Se serve scansiono e posto la pagina 048...
http://tinyurl.com/2aarmcm

Un'altra foto dell'intruglio fa capire che effettivamente sembra trattarsi di carne, che in ogni caso è prodotta in Cina, e non sappiamo quali siano le norme igieniche previste in questo tipo di stabilimenti, anche perchè un'altra pagina tradotta mi dice che è un prodotto rivolto al mercato interno, e che quindi non deve superare i controlli previsti nei paesi occidentali. Nella stessa pagina però traduce in maniera diversa un'altra parte, e dice che il trattamento è quello che separa la carne dalle ossa.

http://tinyurl.com/2397wrp
http://tinyurl.com/2cmt3zj

Qui addirittura è più specifico, la carne viene effettivamente separata dalle ossa, chevengono utilizzate per altri scopi diversi dall'alimentazione
Da quello che so, alcune aziende effettuano questa separazione, per quanto riguarda la carne di volatili, con delle specie di centrifughe che praticamente "spalmano" la parte molle esternamente, per ottenere la massima resa dall'osso che, essendo alcuni molto piccoli, non si riescono a separare a mano dalla carne.
Ciao a tutti :-)
Articolo molto interessante & conseguente dibattito ancor più sapido e intrigante.
Volevo solo sollevare un punto che - mi pare - non è ancora stato esaminato: al di là di ciò che 'effettivamente' possa essere il rosaceo elemento, ciò che mi colpisce è come quest'ultimo abbia sollecitato un clima 'leggendario' nel senso di Urban Legends. Il cibo - e il cibo 'rielaborato'/pre-masticato/omogeneizzato in particolare - ha sempre nutrito - oltre che lo stomaco - anche la fantasia 'mitografica' delle persone.
Ho visitato da poco la bella mostra sulle Leggende Metropolitane che si è tenuta ad Alessandria
( http://www.afnews.info/wordpress/2010/09/the-legends-are-back/ ) e lì un'intera sezione era dedicata alle 'Food Legends', dai Manzi-Mutanti (in pratica: enormi BLOB di carne senza arti e con la testa minuscola) che verrebbero allevati dalla 'crudele' Mac Donald, ai DADI DA BRODO che - secondo una diceria della metà del secolo scorso - sarebbero fatti (...)con i capelli delle donne cinesi (...)
( http://www.flickr.com/photos/afnews/5010833685/in/set-72157625002678700/ )
Immagino a questo punto che l'equazione: [foto mysteriosa]+[cibo ridotto a pappetta industriale]+[provenienza 'aliena' cinese] possa sortire interessanti risultati in termini di folklore contemporaneo!
Con questo, naturalmente, NON intendo contestare le indagini sul misterioso BLOB rosa! Volevo solo rimarcare come talvolta un elemento tutto sommato 'innocuo' come una foto possa (e ciò - a mio avviso - è stupendo) mettere in moto quello che Einstein chiamava "l'indispensabile senso del mistero" !
Per chi volesse lumi su leggende urbane, miti contemporanei et similia, consiglio il sito del Ce.Ra.Vo.LC ( http://leggende.clab.it/ ) e l'imperdibile punto di vista dell'ottimo Paolo Toselli (Tòh, un ALTRO Paolo!!! ;-)
Mi è parso di capire che questo Mud Pollo è una specie di omogeneizzato...
Quanto siete fighette.
Prendete del cibo bello e preparato naturalmente. Mettetelo in bocca, masticate e poi rimettetelo nel piatto.

"Bleah, che schifo"... eppure è la stessa roba, con solo un po' di saliva in più. Tutto qua.

Se il problema è solo come si presenta, mettiamoci un bel chissenefrega.
L'importante è in contenuto.


Di fondo, sì.

Quando mangiamo salsiccie, salami, mortadelle, cotechini e altre "maialate", per esempio, stiamo parlando esattamente di questo.

Come illustrato in questo divertentissimo brano musicale:

http://www.oblivion.it/html/viewvideo.php?id=46

Io mi preoccuperei di più per chi mangia lo yogurt o, addirittura, il formaggio di fossa...

Se l'animale è sano, ben allevato e la carne è trattata in maniera igienica, problemi sanitari non ce ne dovrebbero essere. Al massimo si può parlare di carne dalle proprietà nutritive e oganolettiche scarse.

Mi preoccupano di più gli additivi che mettono nella carne che la carne stessa.

---

Tutto questo concetto è espresso fantasticamente dai bambini nel video di Jamie Oliver. Quando il pezzo di carcassa mostra ancora ossa e sangue, fa loro schifo; quando è una polpettina, lo mangerebbero. Meraviglioso.


E anche su quello ci sono forti schemi mentali.
Ho avuto un coniquilino nigeriano che quando mangiava il pollo si sgranocchiava anche le cartilagini e le ossicine.


Come era la cosa? C'è chi mangia il cavallo, chi lo ritiene quasi un parente, chi mangia il coniglio, chi lo ritiene un animale da sola compagnia, chi mangia il cane, chi non riuscirebbe. E poi gatti, insetti, etc. etc. etc. Va bene scegliere di non mangiare certi animali, ma la quasi totalità delle volte è una scelta, non una legge di natura.
Scusate, qualcuno si ricorda che una famosa ditta produceva (o lo fa ancora) una "pasta" di pesce dentro un simpatico dispenser pronto all'uso?
Non faccio nomi ma scommetto che qualcuno ha capito...
Di questo non ci scandalizziamo?? Non credo possa essere un prodotto meno lavorato della pasta usata per fare le nuggets...
Quando il pezzo di carcassa mostra ancora ossa e sangue, fa loro schifo; quando è una polpettina, lo mangerebbero. Meraviglioso.

E' un processo mentale complicato e studiato in psicologia.
C'è anche chi non mangia i biscotti a forma di animale o le torte con le decorazioni ispirate ad animali o personaggi delle fiabe...
Personalmente non entro mai in macelleria e se ci passo vicino scappo via il più in fretta possibile (mi nausea l'odore di carne morta/sangue), però salsicce, polpette e cotolette le mangio.
Ma, sinceramente, quell'immagine vi fa così ribrezzo?
@Tyreal l'immagine in sé non mi causa alcunché, è tentare di associare quella poltiglia rosa a quello che fu un pollo che mi dà serie perplessità
@ Rubio

@Tyreal l'immagine in sé non mi causa alcunché, è tentare di associare quella poltiglia rosa a quello che fu un pollo che mi dà serie perplessità

Mica tanto, gli omogeneizzati per bambini hanno lo stesso aspetto di poltiglia, e sono di manzo, di pollo, di pesce, di verdure...

Comunque è chiarissima una cosa. Quella poltiglia rosa è effettivamente pollo, solo che sono sciocchezze quelle scritte nell'appello.
Il video di Jamie Olivier è favoloso (OT ma quanto si è ingrassato e, soprattutto, quanto male si è ingrassato).
Scusate, ma voi da piccoli non andavate mai a fare la spesa con la mamma/il papà/i nonni? Io ero terrorizzata dalle testine d'agnello e dalle enormi lingue che vedevo dal macellaio (e dai gamberi che si muovevano dal pescivendolo). Però mangiavo tutta allegra le polpette, anzi, mi divertivo a farle: non le percepivo come animale morto, ma come cibo.
Ripeto che a me la pasta rosea ricorda quella della mortadella e non fa molta impressione.

Probabilmente però io non faccio testo: ho visto "Supersize me" e l'unica cosa che ho provato alla fine è stata fame e voglia di andare dal Mc.
@Patafrulli ha commentato:
Scusate, qualcuno si ricorda che una famosa ditta produceva (o lo fa ancora) una "pasta" di pesce dentro un simpatico dispenser pronto all'uso?[...]

Non mi sembra che quella pasta sia famosa come tipico prodotto salutare da includere regolarmente in una dieta equilibrata :)

Del resto, anche le mousse di proosciutto e mascarpone che si fanno in casa con ingredienti selezionati non hanno un aspetto molto diverso, a ben pensarci, probabilmente è la quantità che fa la differenza di sensazione.

Comunque, quella della foto sembra piu` schiumosa delle altre foto di MSM, anche se potrebbe dipendere da una composizione leggermente diversa (magari un'altro animale?), per cui non e` detto che bufala per bufala non siano riusciti a mettere una foto che non c'entra nulla, anche quando la foto reale avrebbe ottenuto lo stesso risultato.
Ciao a tutti, di recente ho visto un video "analogo"
guardate qui http://www.snotr.com/video/5164

Ciao a tutti
il link in cinese mandarino cmq è questo:

http://wgm99999.cn.made-in-china.com/product/jboEOxPMXtUe/%E9%B8%A1%E8%82%89%E6%B3%A5.html

ho chiesto a un cinese, vuol dire pollo tritato

in effetti è strano...
@ Federico, che cosa è strano? Nei supermercati si vende tranquillamente carne tritata. Sarebbe strano se l'appello fosse vero in tutte le sue parti (e non lo è), ma ci puoi scommettere che quella è carne di pollo che viene tranquillamente consumata.
Ho lavorato per un anno,2 ore al giorno,in un macello di suini,propio ad una separatrice meccanica e il risultato era molto simile a quello della foto!
Le condizioni igieniche erano molto,ma molto,migliori (atmosfera modificata,cassette in plastica con all'interno sacchetti in PET per alimenti,ecc.)e le ossa lavorate erano solo costati e colonne vertebrali,niente occhi o frattaglie.
Non ho mangiato wurstel per anni!!!!!
Per quanto riguarda i guanti,le ossa in attesa di lavorazione vengono conservate a bassa temperatura,non mi meraviglierei che all'interno siano imbottiti.
@Elena ``of Valhalla''
Infatti non volevo certo dire che la famosa pasta che citavo fosse consigliata dai nutrizionisti... Solo che nei supermercati si trovano tranquillamente prodotti estremamante elaborati, ma se viene mostrata una foto di questo tipo riferita a McD si solleva uno scandalo.
Oh, detta da una come me che odia il cibo di McD...
Non so, le persone che frequentano questo tipo di distribuzioni forse crede che ci sono le marmotte che tagliano il pollo a tocchetti e lo friggono dietro il bancone??;-)
ah, poi pensavo, sul fatto che sembra più "schiumosa" probabilmente è volutamente incorporata dell'aria per fare maggiore volume.
anche i gelati industriali sono fatti così.
Io, da buon pollo, sono sicuro che moriamo meglio ora che decenni fa. Preferisco essere anestetizzato da una scarica elettrica prima di essere decapitato. E soprattutto non mi va di essere decapito da un contadino un po' ubriaco che mi insegue per l'aia con una mannaia e mi deve dare 4 o 5 accettate per staccarmi la testa dal corpo.

Poi magari finisco come quella gallina che è vissuta per anni senza testa (i maligni dicono che nascono già senza testa le galline e le oche).

Viva la tecnologia.
@ theDRaKKaR

Era un pollo, si chiamava Mike.
Non vi racconterò mai e poi mai come uccideva i pennuti il mio bisnonno. Roba che lo splatter in confronto era un film della Disney (Bambi escluso).
Appunto, Economa. Appunto.
@ theDRaKKaR

E il caro bisnonno era perfettamente sobrio quando operava. Poveri pennuti.
PS vi do un aiuto sul metodo utilizzato: la parola mazzarocco vi dice nulla?
Il pollo Mike, che secondo me era una mezza bufala: in effetti fu fatto controllare da un'università americana (non delle più famose: negli Usa esistono anche le università del bridge, tanto per dire), e nemmeno so se il certificato fu mai mostrato. Dicono che avevano tagliato via solo una parte della testa, in modo che il cervello non era rimasto lesionato. Boh?!?
be' ciccy-ciccy perché boh? Una bella lobotomia e rimani vivo, mica ci sono problemi.
mi sono rotto di cercare. il fatto che sia carne, ormai, mi pare sia assodato. oltretutto, senza andare a scomodare il cinese, la directory in cui è stato collocato il prodotto è proprio meat preparation.
ho cercato nella corrispondente versione inglese del sito e in quella in italiano. non ci sono gli stessi prodotti che in quella cinese, anzi, in quella in italiano ci sono meno prodotti che in quella inglese.
comunque sembrerebbe essere pollo, i guanti non sembrano tanto spessi, a dire il vero, quanto basta per non rompersi subito.
il colore rosa, poi, non mi sembra tanto anomalo. anche la carne di pollo cruda mi sembra abbia un colore rosa pallido.
Si in effetti la gente è veramente divertente quando è costretta a vedere i processi di produzione della carne che ama mangiare.
Probabilmente è convinta che esista l'albero dei salmi o quello delle bistecche!
la parola mazzarocco vi dice nulla?

Azzardo: è una contrazione di "ammazza Rocco!". Rocco è il nome del pollo.

....ho indovinato?
Forse L'economa domestica intende che il nonno estraeva qualcosa da qualcosa...
Mai visto ma sentito raccontare. Se vero sarebbe raccapricciante.
E basta là.
A Roma il mazzarocco è un gioco...
Per Iilaiel

Si in effetti la gente è veramente divertente quando è costretta a vedere i processi di produzione della carne che ama mangiare.
Probabilmente è convinta che esista l'albero dei salmi


O quello dei canti gregoriani...
No, ci sono arrivato... l'ammazzava a forza di frustarla su un piano :(
Facendo un giro su siti cinesi prodotti come questo o anche decisamenti più schifosi sono la regola. La cosa "divertente" è che nelle descrizioni si esaltano le proprietà alimentari del prodotto!

Comunque qui c'è il contatto della società che produce il prodotto.
Ho trovato profili corrispondenti su una quantità di siti percui escluderei che si tratti di un falso totale.
Nella descrizione (ho usato il traduttore automatico quindi non posso garantire al 100%) c'è scritto che il prodotto contiene una gran quantità di midollo osseo (le ossa tritate?) e quindi è ricco in calcio.

C'è pure il numero di telefono della società, se qualcuno dovesse sapere il cinese può fare uno squillo e ci togliamo il dubbio.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Mai visto ma sentito raccontare. Se vero sarebbe raccapricciante.
E basta là.


Racconta, racconta. In questo blog siamo di stomaco forte. Ci sorbiamo tutti i giorni le battutacce di TheDrakkar, le pignolerie di Accademia, le elucubrazioni di Stupidocane, le tirate di Replicante e SirEdward, i "GOMBLODDO" di Turz....
Con questo allenamento un raccontino anche molto splatter che vuoi che sia? Ce lo beviamo a colazione.




PS:
A scanso di fraintendimenti:

:-)
:-)
:-)
:-)
:-)
Dai su andava anche bene scempiaggini :)
Sì, anzi era meglio; in realtà ho corretto "sorbiamo" anzichè "sopportiamo", ma poi per il resto col copia e incolla ho messo l'altra versione.
@ Quelli che hanno tirato ad indovinare

Mazzarocco nel dialetto del paesello è un sinonimo di "batticarne". Ora riflettete sulla fine che poteva fare il povero pennuto.

E non vi racconto cosa facessero durante l'adolescenza mio papà (parecchi anni fa) e il Radioamatore Ladino (molti meno anni fa).

@ Accademia

Su Mike il pollo senza testa c'è una bella letteratura, a quanto mi risulta.
Per L'economa domestica

Su Mike il pollo senza testa c'è una bella letteratura, a quanto mi risulta.

E sempre a quanto mi risulta, nessuno è riuscito a replicare quel "taglio" della testa. Al fattore era capitato l'unico pollo al mondo che aveva il cervello nella nuca... Mah.
Erano gli anni della seconda guerra mondiale, la gente aveva altro per la testa che verificare un fenomeno da circo come quello di Mike. Dubito sia stato conservato per successivi studi scientifici, una volta morto improvvisamente.
Sai, Ciccy-ciccy, a me non sembra così straordinario, guarda infatti quanta testa era rimasta.. Più che altro gli aveva tolto il becco e la parte anteriore della testa, dove poco o nulla cervello c'è.
la gente aveva altro per la testa

Anche il pollo Mike.
@ Accademia

Al pollo Mike era rimasto intatto il tronco encefalico, secondo quanto ho letto. Se c'è un medico che ci possa spiegare se questo è compatibile con il fatto che Mike sia vissuto per 18 mesi (e nutrito con un contagocce) in queste condizioni ci farebbe un grosso piacere.
La mia ragazza, cinese, conferma si tratti di macinato di pollo per polpette, salsicce, etc. Il resto dei dettagli nella pagina sono rivolte ai potenziali clienti, come qualcuno ha gia' scritto.
Questo mi spiega come mai lei voglia sempre e comunque evitare prodotti alimentari made in china...
"Questo mi spiega come mai lei voglia sempre e comunque evitare prodotti alimentari made in china..."

De gustibus :D
mangio abitualmente delle patatine thailandesi al sapore di folpo che ci somigliano parecchio, a parte il colore. (immaginando provengano da una pasta che si espande ad una certa temperatura. Ignoro del tutto cosa contengano.) Non ne ho nessuna busta in casa (ne sono estremamente ghiotto,) ma sono piuttosto certo che le scritte sono in thai.
Giovedì passo all'emporio e procuro fotografie della scatola.
Dall'articolo: Qualcuno sa il cinese e può fare di meglio?

Non so il cinese, ma so fare di meglio. Solo che non è proprio rosa e non profuma di pollo...
Dall'articolo: Qualcuno sa il cinese e può fare di meglio?

Non so il cinese, ma so fare di meglio. Solo che non è proprio rosa e non profuma di pollo...


Credo che Stupidocane si riferisca al contenuto di questa amena canzone.
Io ho trovato questo (mi scuso in anticipo se qualcuno l'ha già postato ma sono al lavoro e non ho avuto tempo di leggerli tutti!). Qui c'è un'altra foto relativa a quella postata da Paolo. Se trovo altro lo posto!

http://www.inghams.com.au/ingredients/products.aspx?docId=480&prodCatgId=166
@Accademia dei pedanti ♂
O anche di questa
Tra l'altro mio padre ha lavorato per anni in un'azienda che produceva macchine automatiche per insaccati e il prodotto finale (wurstel, mortadella, emulsione di carne, salame) era molto simile alla foto postata.

Allego un filmato di un cutter, una macchina in grado di tritare tanto finemente la carne da creare un'emulsione della stessa.

Per quanto riguarda il colore, non ne sono sicuro, ma potrebbe essere solo carne non lavorata

http://www.youtube.com/watch?v=CVY9NQiYOhY
Mi accodo a quelli che se la ridono vedendo la reazione "popolare" nel momento in cui vedono una fase delle lavorazioni degli alimenti che mangiano.

Mi chiedo solo una cosa: se prendete il pollo comprato dal contadino, di quelli dei nostri, ne togliete gli scarti e mettete tutto nel frullatore cosa pensate che esca? Ora: se lo stesso pollo lo infili invece nel girarrosto è più figo? :)

Se si parla di razionalismo credo che bisognerebbe andare oltre alle prime impressioni: per quanto ne sappiamo quella pasta di pollo può essere, dal punto di vista alimentare, esattamente identica al pollo acquistato dal negozio di fiducia.

E per chi parla della "pulizia dell'ambiente" vorrei davvero vedere quella delle cucine dei suoi ristoranti preferiti. :)
Per Claudio

Mi accodo a quelli che se la ridono vedendo la reazione "popolare" nel momento in cui vedono una fase delle lavorazioni degli alimenti che mangiano.

Mi chiedo solo una cosa: se prendete il pollo comprato dal contadino, di quelli dei nostri, ne togliete gli scarti e mettete tutto nel frullatore cosa pensate che esca? Ora: se lo stesso pollo lo infili invece nel girarrosto è più figo? :)


Sì, infatti le tue osservazioni sono le stesse di mattia, commento n° 63.
Le perplessità riguardano la consistenza di quella poltiglia a forma di dentifricio per elefanti: è troppo coesa, e direi anche troppo leggera (non si notano deformazioni nella parte inferiore, schiacciata dal peso di quella superiore) per essere carne; infatti la prima volta che l'ho vista ho pensato a quei gelati industriali ricchi di bollicine d'aria. Tutto qui. Ma so bene che l'occhio inganna. :-)
@accademia: credo dipenda tutto dalla densità della pasta. se la pasta non è troppo pressata, credo possa avere la consistenza che si deduce dalla foto. è vero che se non viene pressata occupa più spazio e maggiori problemi di trasporto e stoccaggio, ma probabilmente non è possibile "espanderla" in altro modo che durante questa lavorazione e un grande volume per un piccolo peso (quindi poco materiale), fa molto comodo al venditore finale, che vende non a peso ma a numero. varrebbe, insomma, la pena trovarsi un prodotto che non ottimizza gli spazi se questo significa che le porzioni appaiano più consistenti al consumatore finale.
Primo intervento su questo blog STRAORDINARIO. Saluto e faccio i complimenti a Paolo.
Vivo in cina.mastico poco cinese e per quel sito mi son dovuto far tradurre tutte.
Effettivamente e' una pasta che nasce da un pollo INTERO.
Sul colore non mi ha saputo rispondere.
Comunque in cina e' normale mangiare piedi teste etc. e c''e un buon piatto a base di pollo dove l'animale viene bollito per molte ore (totalmente intero) e dopo anche le ossa sono molto morbide.
Pero io zampe e testa non le mangio!!!
Anche io mi accodo a quelli che sorridono davanti a chi si stupisce di un procedimento industriale. Tuttavia e' bene ripere che industriale non significa automaticamente pericoloso o insalubre, cosi' come credere che il "bio" debba per forza essere garanzia di salute.
Il colore o la forma dei semilavorati contano ancora di meno.
Industrializzare significa garantire la riproducibilita' del prodotto con standard costanti e ad un costo competitivo.

Considerate che la sbucciatura su scala industriale puo' essere fatta in bagni di soda caustica, poi sciacquati e neutralizzati.
(the horror! XD)

Io invece sono diffidente nei confronti dei "prodotti del contadino", soprattutto i vini dove se non sai cosa stai facendo rischi di avvelenare/rti con l'alcol metilico...
Per mamoru

Io invece sono diffidente nei confronti dei "prodotti del contadino", soprattutto i vini dove se non sai cosa stai facendo rischi di avvelenare/rti con l'alcol metilico...

Ti riferisci a questo fatto di cronaca reso noto oggi?
http://tinyurl.com/2cspdm3
"Nessuno dovrebbe essere costretto a vedere come si fanno le salciccie, o come si fa la politica estera". (Cancelliere Bismarck)

Detto questo, non saprei dell'azienda cinese, ma il sito di quella australiana spiega chiaramente che si tratta di cibo per cani. E difatti, io compro spesso per il mio pastore tedesco dei salsicciotti (l'involucro esterno è in plastica, non pelle) da 1kg che sono fatti esattamente con una pasta del genere.
Anche mia moglie, cinese, conferma: trattasi di sito di azienda che vende poltiglia di pollo all' ingrosso... se dell' animale macinato per intero o meno non è dato sapere... l'azienda informa che possono fornire 200 tonnellate al mese al prezzo di 3800 yuan la tonnellata, se qualcuno fosse interessato ;-)

In ogni caso non credo che la roba che mettono nei nostri wurstel "light" al pollo sia molto diversa...
@Patafrulli:
Non so, le persone che frequentano questo tipo di distribuzioni forse crede che ci sono le marmotte che tagliano il pollo a tocchetti e lo friggono dietro il bancone??;-)

No, le marmotte confezionano la cioccolata.

@ebonsi:
"Nessuno dovrebbe essere costretto a vedere come si fanno le salciccie, o come si fa la politica estera". (Cancelliere Bismarck)

LOL, citazione azzeccatissima!
Davvero bella questa frase del Bismarck.
Davvero bella questa frase del Bismarck

Che poi ha inventato la cotoletta :-)
Nein! Nein!

La bistecca alla Bismarck, da cui poi deriva "alla Bismarck" è italiana e fu chiamata così perché ai tempi l'uovo era associato alla forza e Bismark pure :)

In Germania non esiste questa cosa della "alla Bismarck"

Auf Wiedersehen!
Per theDrakkar:
Ma non si capiva che era una battuta? Forse :-) non bastava? Dovevo mettere ;-P o XD?
Sempre meglio mettere una faccina...

:-P
Sempre meglio mettere una faccina...

:-P


E questa cos'era?

Che poi ha inventato la cotoletta :-)
Nel messaggio che è arrivato a me non c'era...

=D
Nel messaggio che è arrivato a me non c'era...

=D


Tutti così si giustificano gli uomini (cit. da theDrakkar #65 3D Luna e Italia dalla ISS)
@ Accademia

Era una discussione fatta a cena con un ingegnere chimico patito di vini tempo addietro.... =)
mamoru: oh beh io diffido dei prodotti del contadino solo in funzione del gusto. Il salame industriale (ad esempio) sarà infinitamente più igienico di quello del contadino, però se quest'ultimo lo fa come si deve lo preferirò sempre. D'altronde l'igiene a tutti i costi ha portato il nostro sistema immunitario allo stato comatoso attuale, per cui sostengo che bisogna anche un po' riscoprire lo sporco, in particolar modo se è buono :)

Poi ovviamente il discorso dell'alcol metilico è un altro paio di maniche, ma è anche il caso estremo.
D'altronde l'igiene a tutti i costi ha portato il nostro sistema immunitario allo stato comatoso attuale, per cui sostengo che bisogna anche un po' riscoprire lo sporco, in particolar modo se è buono :)

Vi racconto un fatterello. Il primo anno che sono stato in vacanza dai parenti di mia moglie volevo scappare.
Romania, zona agricola del centro; ogni famiglia ha un pezzo di terra e una piccola fattoria. Polvere, sterco di gallina e mosche ovunque. Igiene ai minimi termini.
Penso che mi verrà come minimo la peste.
Poi leggo le età dei morti (lì hanno la tradizione di mettere vicino alle fontane, che sono considerate zone sacre, piccole croci col nome del defunto): tal dei tali, 86 anni. Pinco pallino, 91 anni. Tizio, 81; Caio 85; Sempronio 87. Per farla breve, quello che era morto più giovane aveva 75 anni, e poi mi hanno spiegato che era perchè gli si è rovesciato addosso il trattore.

In effetti, una volta vinta con le vaccinazioni la Grande Battaglia contro le grandi infezioni, un po' di sporco non fa male.
E sull'argomento c'è anche una interessante letteratura medica.
La citazione del Bismarck serviva sopratutto a sottolineare una cosa: il fatto che una certa attività sia spiacevole a vedersi, e magari anche farsi, non significa necessariamente che i risultati non possano poi essere positivi. Sopratutto, non significa che quanti trovino disgustoso trovarsi di colpo al cospetto di queste attività, non ne godano poi i vantaggi.

La poltiglia rosa è spiacevolissima a vedersi, certo. Ma a parte il fatto che si tratta al 99% di un prodotto base per cibo per cani, anche moltissime delle cose che mangiamo davvero passano attraverso delle fasi "disgustose" - si tratti di prodotti industriali o garantiti biologici del contadino, non fa (da questo punto di vista, beninteso) nessunissima differenza.

Se non siete vegetariani assoluti e non desiderate diventarlo per forza, cercate di evitare di veder uccidere un maiale o sgozzare un agnello, e sopratutto non andate MAI ad un mercato cinese (intendo di quelli in Cina). E, appunto, non cercate di capire bene come si fanno le salsiccie. Mangiatele (se sono buone), e basta.

Anche perchè il problema non è ristretto al cibo, ma investe un po' di tutto. Credo che ben pochi di noi (a parte i medici, ovvio) sarebbero capaci di assistere senza fare una piega ad un'operazione chirurgica di tipo invasivo/distruttivo, e anche delle semplici foto danno un bel po' di fastidio. Ho conosciuto un paio di tizi che hanno insistito per assistere alla nascita del loro primo figlio, e poi sono svenuti in sala parto - compreso uno che è andato giù come un sasso prendendo una craniata pazzesca, con il bel risultato di costringere il personale medico presente a occuparsi subito di lui invece che della partoriente.
Per ebonsi

La poltiglia rosa è spiacevolissima a vedersi, certo.

Non che certi salumi siano un inno all'estetica...

Se non siete vegetariani assoluti e non desiderate diventarlo per forza, cercate di evitare di veder uccidere un maiale o sgozzare un agnello, e sopratutto non andate MAI ad un mercato cinese (intendo di quelli in Cina).

Che succede ai mercati in Cina? Vendono cani e serpenti vivi per uso alimentare? O forse li ammazzano lì per lì, se il cliente non ha voglia di farlo a casa?

E, appunto, non cercate di capire bene come si fanno le salsiccie.

Meglio salsicce, senza la i.
Mi hanno raccontato che gli unici due modi per uccidere un polpo sono o sbattere violentemente e più volte la loro testa contro gli scogli, o penetrare con un coltello la zona fra i due occhi. C'è anche un terzo sistema, che consiste nel "rivoltare" la testa rispetto al suo interno, ma la morte è lenta.
Qualcuno può confermare?

Credo che ben pochi di noi (a parte i medici, ovvio) sarebbero capaci di assistere senza fare una piega ad un'operazione chirurgica di tipo invasivo/distruttivo,

Ecco perché nei film non mostrano mai i dettagli! C'è poco realismo anche nei film realisti, sotto questo aspetto. Se invece si va sul genere orrore oppure telefilm ambientato in ospedale, tutto è annegato in litrozzi di sangue posticcio, non si vede nulla.

Ho conosciuto un paio di tizi che hanno insistito per assistere alla nascita del loro primo figlio, e poi sono svenuti in sala parto

Ma poi gliel'hanno raccontato ai loro figli, una volta cresciuti, di questa figuraccia?

- compreso uno che è andato giù come un sasso prendendo una craniata pazzesca, con il bel risultato di costringere il personale medico presente a occuparsi subito di lui invece che della partoriente.

Io ricordo in particolare una scena del processo a Pietro Pacciani, durante la quale hanno mostrato in aula la foto di un tralcio di vite infilato nella vagina di non so quale vittima. Io almeno l'ho intesa così, la tv non ha ripreso l'immagine, è stata solo descritta. Un carabiniere è svenuto sotto lo sguardo delle telecamere (e dei giudici).
Ma se uno è così impressionabile, perché sceglie di fare il carabiniere?
Ma se uno è così impressionabile, perché sceglie di fare il carabiniere?

Penso che ci siano tanti altri buoni e nobili motivi, oltre a quello di dover guardare le foto di cadaveri martoriati. Non credi?
Per ué

Ma se uno è così impressionabile, perché sceglie di fare il carabiniere?

Penso che ci siano tanti altri buoni e nobili motivi, oltre a quello di dover guardare le foto di cadaveri martoriati. Non credi?


E però può capitare di giungere sulla scena in cui c'è un cadavere martoriato, non una semplice foto.
A me pare che sia come intraprendere la carriera di domatore e avere paura dei leoni...
Ma se uno è così impressionabile, perché sceglie di fare il carabiniere?

Per quel che mi ricordo io, poiché qualcuno dei compagni di merende aveva il piccolo difetto, fra gli altri suoi nei, di semiasportare l'utero alla vittima, la foto documentava proprio un episodio di questo tipo.

Dire che non c'è Arma che tenga: un cadavere nudo di donna violentata e squarciata col suo utero vicino o sopra non è molto leggero, neanche per un medico....
Accademia: l'esempio non è calzante. E' come intraprendere la carriera del domatore dei leoni, non aver paura dei leoni ma rimanere impressionati nel momento in cui il leone azzanna e sbrandella una persona.

Con questo voglio dire che hai visto troppi film di Tarantino: il carabiniere medio si occupa del furto, del delinquente, della denuncia, di fare anche - perché no - da pacere (riconosco ai nostri carabinieri una sensibilità non comune nel trattare con la gente). Raro - per fortuna - che abbia a che fare con il morto. Caso quasi unico - per fortuna - che abbia a che fare con morti per l'appunto alla Tarantino, di quelle che ti turbano per la morte violenta e poi altre cento volte quando pensi a come certe cose possano essere anche solo concepite da una persona (per non parlare della messa in pratica).

Ribadisco il concetto: il carabiniere fa tutt'altro di mestiere.
Per theDRaKKaR

Per quel che mi ricordo io, poiché qualcuno dei compagni di merende aveva il piccolo difetto, fra gli altri suoi nei, di semiasportare l'utero alla vittima, la foto documentava proprio un episodio di questo tipo.

Ricordi bene. Sul cosiddetto mostro di Firenze circolava anche la barzelletta del gruppo di scapoli che lo vuole invitare a una festa. Non dico come finisce la barzelletta, ma è in tema, credo ci si arrivi per associazione.

Dire che non c'è Arma che tenga: un cadavere nudo di donna violentata e squarciata col suo utero vicino o sopra non è molto leggero, neanche per un medico....

Come siete fighette...
Come siete fighette...

Ué pensaci tu a 'sto maledetto maschilista..

Comunque le idiosincrasie e fobie individuali non c'entrano un cavolo col coraggio. C'è gente che sviene alla vista del sangue e si butta tranquillamente da un trampolino olimpionico...
Per Claudio

Con questo voglio dire che hai visto troppi film di Tarantino:

In realtà uno solo. Ma quando si parla di Nightmare - Dal profondo della notte con i vari seguiti, o Cimitero vivente, passando per La casa di Mary, non mi faccio mancare nulla. :-)

il carabiniere medio si occupa del furto, del delinquente, della denuncia, di fare anche - perché no - da pacere (riconosco ai nostri carabinieri una sensibilità non comune nel trattare con la gente).

Meglio paciere.

Raro - per fortuna - che abbia a che fare con il morto.

Probabilmente hai ragione, ma addirittura svenire per una foto! Un minimo di nervi saldi non è richiesto?
No Ciccy-ciccy non è richiesto non svenire davanti a un cadavere disossato :)
Deuterato per la precisione. Anche demammellato. A seconda delle tendenze del maniaco.
A proposito dell'Opificio: fresca fresca

Deutoromona
Pardon mi si è impigliata la lingua tra i denti: deuteromona. D'altronde sono un dilettante, non un professionista.
Un giorno mi spiegherai l'origine del ciccy-ciccy...
È una cosa affezzuosa. Ti spiace tanto?
"Che succede ai mercati in Cina? Vendono cani e serpenti vivi per uso alimentare? O forse li ammazzano lì per lì, se il cliente non ha voglia di farlo a casa?"

Sì, e sì. Più gatti, scimmie, ratti, eccetera eccetera. Sopratutto nella Cina Meridionale, un po' meno a Pechino e nel Nord. Un proverbio di Shanghai dice, "tutto quello che si muove e cresce, si può mangiare". E lo fanno sul serio.

Del resto, è comprensibile. Sono sempre stati un sacco di gente su poca (relativamente) terra, e il problema No. 1 è sempre stato quello di mettere assieme pranzo e cena. Se i gattini spellati ci fanno impressione, è un problema nostro.
Per ebonsi

"Che succede ai mercati in Cina? Vendono cani e serpenti vivi per uso alimentare? O forse li ammazzano lì per lì, se il cliente non ha voglia di farlo a casa?"

Sì, e sì. Più gatti, scimmie, ratti, eccetera eccetera.


Ed è più buona la carne di gatto, di cane, di scimmia, di serpente o di ratto? ;-)
Se ricordo bene quel che mi dissero, il gatto ricorda il coniglio
Accademia, da alcuni vaghi ricordi di una vacanza in Calabria, ho visto che per uccidere un polpo gli giravano la testo e lo mordevano da qualche parte vicino alla testa. Mi ricordo anche di averlo visto sbattere su una roccia ma non mi ricordo se dopo morto, per ammorbidire la carne o prima.

Ciao
VB
Ah per la cronaca, in Giappone i polpi si mangiano vivi.... cercate qualche video, fa impressione...
consiglio la carne di coccodrillo
i cinesi sono pazzi per il barbeque e uno spiedino di coccodrillo e' una piacevole sorpresa.
Cane non mi piace.Il pene del maiale e' troppo gommosso.gatto e topo e altri aracnidi, insetti, scarrafoni mai mangiati.
Comunque io in Cina est dove vivo, di queste cose strane ne ho viste pochissime. si deve andare piu a sud.

nei mercati cinesi si trovano cose normalissime. la differenza e'che il pesce e' vivo e la carne e' fuori senza frigoriferi.
Nelle citta' piccole ovvio e' tutto piu selvaggio e si trova piu roba viva e semovente.
Nei supermarket spesso siamo a livelli europei.

ma siamo off topic :D
Per nik978

Il pene del maiale e' troppo gommosso.

Incrocio fra gommoso e commosso?

gatto e topo e altri aracnidi, insetti, scarrafoni mai mangiati.

Apprendiamo ora che il gatto e il topo sono aracnidi, o forse insetti, o specie di scarafaggi.
L'unica cosa "strana" che abbia mangiato in Cina con cognizione di causa (cioè sapendo cosa mangiavo) è stato il famosi piatto "Lotta del Dragone e della Fenice" (serpente e ratto). Sanno tutti e due un po' di pollo, o forse era la salsa che armonizzava il tutto.

Ho mangiato anche l'oloturia, che in certe zone costiere della Cina è diventata un cibo molto popolare da quando, all'epoca della guerra civile, milioni di persone sopravvisero in pratica solo con quella. Non sa assolutamente di nulla.

Ma avendo girato la Cina in lungo e in largo negli anni '80 e primi '90, quando la situazione era ben diversa da adesso, sospetto di aver mangiato ben di peggio. Ma preferii allora, e preferisco adesso, non indagare troppo.

Quanto al gatto, che spero di non aver mangiato mai, pare che una volta cotto, sia assolutemente indistinguibile dal coniglio. E' strano, dato il ben diverso regime alimentare, ma è così. Questo è il motivo per cui ancor oggi, in moltissime macellerie e pollerie il coniglio viene presentato intero e con la testa, o almeno le zampe, ancora attaccate. E almeno in passato e in certe zone (Vicentino, Canton Ticino) in fama di "magnagatti", nessuno si sarebbe mai sognato di ordinare coniglio in una trattoria non ben conosciuta.

Il nostro ospite potrebbe forse, se gli va, confermare se a Porto Ceresio esista ancora quella che una volta era una famosa trattoria, che dichiarava apertamente di avere una cucina specializzata in gatti.
Per ebonsi

L'unica cosa "strana" che abbia mangiato in Cina con cognizione di causa (cioè sapendo cosa mangiavo) è stato il famosi piatto "Lotta del Dragone e della Fenice" (serpente e ratto). Sanno tutti e due un po' di pollo, o forse era la salsa che armonizzava il tutto.

Ricorda che alcuni popoli ritengono "strano" che in Lombardia si mangino le rane, che oggi, a causa dell'inquinamento, sono quasi interamente importate dall'estero.
Io le ho mangiate una volta al ristorante. E tu?

Curioso il nome dato dai cinesi a un loro piatto. Ma quanto a creatività, devo dire che anche i danesi non scherzano, almeno per i nomi: La "finta tartaruga" è in realtà una zuppa. Gli "uccelli senza gambe" sono degli involtini di carne.
Gli "uccelli senza gambe" sono degli involtini di carne

Cugini degli "Uccelli scappati" o "osei scampai" o "usèi scapà" tipici del nord Italia?
Succulenti, amano la compagnia della polenta e di una bottiglia di Barbera, ma di quella che tinge il bicchiere e macchia la tovaglia.
Curioso il nome dato dai cinesi a un loro piatto.

Curioso anche il nome usato in Lombardia e nel Canton Ticino per il gatto destinato a finire in padella:

"Légura da técc" (lepre dei tetti).

In Liguria lo chiamano "levre de cuppi" e credo che, più o meno, in ogni regione del nord d'Italia abbia un nomignolo simile.

Attenti a comandare piatti tipici nelle trattorie di paese ;)
Per motogio

Curioso il nome dato dai cinesi a un loro piatto.

Curioso anche il nome usato in Lombardia e nel Canton Ticino per il gatto destinato a finire in padella:

"Légura da técc" (lepre dei tetti).


Lì scorgo un intento mistificatorio, o comunque un eufemismo imposto dalle convenzioni.
Anche in italiano la "zuppa inglese" non ha nulla a che fare con una zuppa, tanto per fare un esempio. Però non vedo la ricerca a tutti i costi di un nome barocco come in cinese e in danese.
So che nella cucina turca esiste il "prete svenuto". Intendesi svenuto causa prelibatezza della vivanda. Eppure, senza saperlo prima, tanto invitante non suona... :-)
@Accademia dei pedanti ♂

Restando in tema "preti" da noi (Italia e Ticino) ci sono gli "strozzapreti"; qualche nome fantasioso esiste anche da noi ;-)

Altro nome poco invitante i biscotti "Oss da mort" (ossi di morto) o "Oss da mord" (ossi da mordere); ma questi sono dei dolci legati alle celebrazioni del giorno dei Morti e quindi un po' fuori tema.

Ps se a qualcuno interessa la ricetta di quei biscotti e la loro storia: Ossi da mordere (ossi di morto)

Buon appetito ;)
Pressochè tutti i nomi di piatti cinesi (in cinese) non hanno nulla a che fare con gli ingredienti e/o il metodo di cottura, e riflettono invece l'inclinazione poetica del cuoco, spesso riferita all'aspetto del piatto (che nella cucina cinese è giudicato l'elemento più importante) piuttosto che alla sua fragranza o al sapore.

Altri esempi sono " La Testa del Leone" (una specie di polpette), "Le Formiche Salgono sull' Albero" (che non é a base di formiche o di altri insetti), "I Sette Sapori Incontrano i Quattro Colori" (carni e verdure miste), "L'Attacco della Tigre" (che invece è un piatto vegetariano, ma piccantissimo), ecc.

Sì, ho mangiato le rane un paio di volte da amici che possedevano delle risaie nel Mantovano. Però, pur senza farmi alcuna impressione negativa particolare, non mi sono piaciute e non le ho mai cercate.
Gli hamburger di pollo pare li facciano anche così:

http://www.youtube.com/watch?v=YidbmnQwqd4
Mi sembra che in questo video sia ripresa la distruzione di polli di un allevamento colpito da un'epidemia
Un paio di anni fa ho trascorso 2 mesi a Guang Zhou (Canton).
Nel supermercato dove facevo abitualmente la spesa usavano guanti, mascherina e cuffia; mi fidavo talmente di ciò che vendevano che per quei 2 mesi ho quasi sempre pranzato a sushi (sì, sono ancora vivo e quindi non mi potete utilizzare per vincere il premio della fondazione Randi).
Ho addirittura avuto il sospetto che il salmone fosse selvaggio perché era magrissimo ma può darsi che abbiano allevamenti locali in cui non li rimpinzano come da noi ed in cui hanno più possibilità di movimento.
Confermo il fatto che la carne non era tenuta nei banchi frigoriferi e l'aria si impregnava quindi di un certo odore che a me dava un po' fastidio (un po' come l'odore della bottega di macellaio esteso a tutto il supermercato).
Il coccodrillo veniva venduto a tocchi (mi aveva colpito una zampa messa "lì così") ed anche lui giaceva su semplici scaffali; il pesce era, se non rammento male, tutto vivo.
Mangiare, sia acquistando al supermercato che frequentando i ristoranti, costava circa un terzo rispetto ai nostri prezzi; il sushi ancor meno: una dozzina di pezzi misti (scelti da me tra i più e meno cari) costava intorno ai 2,50 €.
Scordavo: di frutta e verdura esposti ne sarò riuscito a riconoscere circa il 10%.
"theDRaKKaR:
Mi sembra che in questo video sia ripresa la distruzione di polli di un allevamento colpito da un'epidemia"
Hai qualche notizia un po' più precisa? Perché quel video in realtà viene utilizzato come per la poltiglia rosa, "dall'allevamento alla tavola" :-)

Ciao
VB
200 commenti per quella poltiglia... Dopo il sesso e la religione, abbiamo scoperto la terza cosa che accende gli animi dei lettori di 'sto blog: il cibo.
Uno pisicanalista ci andrebbe a nozze